paesaggio innevato

Prato: Checklist di dicembre – parte 2

Tappeto erboso: cosa non dimenticare in inverno

Questa stagione è perfetta per preparare il tappeto erboso e gli attrezzi in vista della ripresa primaverile. Nell’articolo precedente (link in basso) abbiamo già visto alcuni punti interessanti come: regolazione del taglio, concimazione durante la stagione fredda, rimedi contro i rischi del calpestio. Qui altri suggerimenti che possono tornare molto utili ai tuoi clienti.

Check-list

Arieggiare.

Una buona arieggiatura evita che si creino ristagni d’acqua, muschio, feltro e alghe. L’operazione deve essere eseguita quando le condizioni del terreno lo permettono. (leggi articolo Arieggiare: per un tappeto erboso sano)

Manutenere gli attrezzi.

Senza aspettare l’avvio della stagione, è bene sistemare già l’attrezzatura da lavoro: effettuare il cambio dell’olio, del filtro o di altre parti meccaniche del rasaerba. Affilare le lame è una delle operazioni più importanti), sia per i professionisti che per i proprietari di giardini. Una delle operazioni più importanti è l’affilatura della lama, in quanto un taglio netto va a vantaggio dell’aspetto del tappeto erboso. Se il taglio è irregolare il clipping (la parte tagliata) risulta più sminuzzata e quindi più facile da degradare. Alcune specie, come ad esempio il Lolium perenne, assumono un aspetto trasandato se rasate con lame smussate.

Neve.

Generalmente, se nevica è bene non toccare il tappeto erboso. Se è necessario togliere al neve assicurarsi di farlo con accortezza per non danneggiare il manto sottostante. Evitare di accumularla in un unico punto del prato.

Rubinetti e irrigatori.

Proteggere i rubinetti esterni con delle coperture e svuotarli per evitare rotture dovute al congelamento dell’acqua.

Forse potrebbero interessarti:

Prato: checklist di dicembre – parte 1

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo sui social!